Il Microbiota intestinale & la salute cardiovascolare

Giorgio Marcialis

Medico di Medicina generale

Image-empty-state.png
© Contenuto protetto

Le alterazioni quali- e quanti-tative del microbiota intestinale (disbiosi intestinale) sono alla base anche delle malattie cardiovascolari e del diabete mellito di tipo 2, quindi è ragionevole pensare di agire sul microbiota intestinale sia con la dieta che con probiotici mirati nella prevenzione e nel trattamento di tali patologie.

Le malattie cardiovascolari sono oggi la prima causa di mortalità nelle società occidentali come la nostra. I fattori modificabili in grado di svolgere un ruolo chiave nella prevenzione di tali condizioni croniche sono rappresentati da alimentazione sana, regolare attività fisica e stile di vita sano.

Sul rischio cardiovascolare sembra influire anche la composizione e la diversità del microbiota intestinale, ovvero i trilioni di microorganismi che vivono nel tratto intestinale. Questi microorganismi si comportano come un vero e proprio organo, assolvendo a funzioni strutturali, ormonali, immunitarie e metaboliche.

Alterazioni quali- e quanti-tative del microbiota intestinale (disbiosi intestinale) sono associate a varie condizioni patologiche, tra cui il diabete mellito di tipo 2, malattie neurodegenerative (es. Alzheimer, Parkinson, sclerosi multipla), vari tipi di tumore e malattie cardiovascolari.

L’alimentazione quotidiana influisce significativamente sulla composizione e sulla diversità del microbiota intestinale, con risvolti sui processi metabolici e sul rischio cardiovascolare.

Un regime caratterizzato dal consumo elevato di proteine e grassi animali e di cibi processati, ricchi di sodio, conservanti e zuccheri aggiunti (Western diet) è associato a disbiosi intestinale.

Al contrario, il consumo ingente di frutta, verdura, cereali integrali e legumi (es. dieta mediterranea) è associato a maggiore diversità del microbiota intestinale.

Ciò ha risvolti positivi sui processi metabolici dell’organismo e sulla prevenzione delle condizioni croniche moderne, come le malattie cardiovascolari.

Image-empty-state.png
Image-empty-state.png
Image-empty-state.png
Image-empty-state.png