Alimentazione e stili di vita

Margherita Maniscalco

Medicina e Chirurgia

© Contenuto protetto

La dietetica e la nutrizione clinica sono sempre più materie di interesse comune, poiché l ́obesità e il sovrappeso è in forte aumento nella popolazione generale, insieme alle patologie correlate metaboliche, cardiovascolari e i conseguenti danni d ́organo che un cattivo sistema dietetico può portare. Negli ultimi decenni è stata dimostrata l ́utilità di mettere in sorveglianza nutrizionale e di un corretto e preciso intervento dietoterapico in base al tipo di paziente. Una corretta alimentazione consente di ridurre il rischio cardiovascolare e di nuovi eventi nei soggetti che ne abbiano già avuti, direttamente e attraverso una serie di effetti favorevoli su altri fattori di rischio quali l ́ipercolesterolemia, l ́ipertensione arteriosa, il diabete e l ́eccesso ponderale e l ́obesità. Una corretta alimentazione riduce il rischio anche dell ́insorgenza di altre malattie croniche e di sviluppare tumori. La Piramide Comportamentale è il simbolo di un sano ed equilibrato stile di vita: ci deve guidare nella scelta degli alimenti e dei comportamenti quotidiani. Essa è formata da sei sezioni, contenenti vari gruppi di alimenti e la parte fondamentale da acqua. Ciascun gruppo alimentare deve essere presente nella nostra dieta in modo proporzionale alla grandezza della sua sezione. Alla base della piramide, troviamo gli alimenti che possiamo assumere più spesso mentre, al vertice, troviamo quelli che sarebbe meglio evitare.

Piramide alimentare

Privilegiare alimenti come: - Pesce (2-3 volte a

settimana) - Legumi (2-3 volte a settimana) - Verdura

(200 gr 2-3 volte al giorno) - Frutta (200 gr 2 volte al

giorno)

La migliore dieta è quella mediterranea è un modello nutrizionale che si basa sugli alimenti tradizionali dei paesi del bacino Mediterraneo. Esso tiene conto di tutte le conoscenze e le tradizioni che riguardano i cibi di cui ci nutriamo in questa particolare area geografica, che vanno dalla coltura delle materie prime alla preparazione del cibo.

Si fonda sul rispetto del territorio e sulla biodiversità. La dieta mediterranea si basa sul consumo prevalente e quotidiano di frutta, verdura, cereali integrali e prevede un ridotto consumo di carne a favore del pesce e dei legumi come fonti proteiche alternative; prevede, inoltre, un moderato consumo di latte e prodotti caseari, l ́utilizzo di erbe aromatiche, spezie e frutta secca. L ́olio extravergine di oliva ne costituisce il principale condimento ed è consentita anche l ́assunzione di

moderate quantità di vino rosso. L ́olio extravergine d ́oliva è importantissimo, ma bisogna verificarne sempre l ́origine e dosandolo con attenzione. La migliore dieta possibile è basata su un ́alimentazione equilibrata, bilanciata e varia. Bisogna introdurre bene i principali nutrienti alle giuste percentuali: fibre, minerali e vitamine.

SPEZIE ED ERBE AROMATICHE:

Le spezie favoriscono a dare sapore, profumo e colore ai piatti riducendo l ́uso di sale. Esse, inoltre contengono numerose sostanze benefiche antinfiammatorie e antibatteriche.

CANNELLA: ricca di polifenoli, ha proprietà antibatteriche e antiossidanti, secondo studi recenti favorisce il controllo della glicemia.

CHIODI DI GAROFANO: ha funzioni stimolanti per digestione, facilita l ́eliminazione dei

gas dello stomaco e dall ́intestino. Ha effetto disinfettante e battericida grazie alla presenza di eugenolo.

CURCUMA: è uno dei componenti del curry e contiene la curcumina, ha azione importanti

antinfiammatorie e antitumorali.

CURRY: è un mix di varie spezie curcuma, zenzero, pepe nero, cumino, coriandolo e cardamomo. Ha proprietà antiossidanti, digestive e antibatteriche.

ZENZERO: aiuta i processi digestivi e facilita l ́eliminazione dei gas intestinali. Utile contro il raffreddore, nausea, mal di testa e un forte antinfiammatorio.

PEPERONCINO: contiene sostanze antiossidanti, antinfiammatorie e disinfettanti dell ́apparato gastroenterico e protettore per il cuore.

ALLORO: ha spiccate proprietà antisettiche, antiossidanti e digestive.

ACQUA E CUORE Bere acqua è importantissimo e, salvo non ci sono particolari problemi di salute, si può scegliere una qualunque acqua, sia minerale sia rete idrica domestica, assumendone circa 1.5-2 litri al giorno. Le acque oligominerali (sia in bottiglia sia della rete idrica comunale) contengono generalmente pochi minerali (calcio, sodio, magnesio) mentre quelle minerali ne contengono di più a seconda della sorgente di origine. Le acque oligominerali sono le più adatte a chi ha problemi di ipertensione arteriosa o di cardiopatia, proprio per il ridotto contenuto di sodio, elettrolita importante nel sangue che può essere, insieme ad altri fattori quali l ́ereditarietà e l ́obesità, corresponsabile dell ́ipertensione arteriosa. Il rene è un organo importante nella regolazione e nel mantenimento costante, per quanto possibile, della quantità di acqua e

sodio dell ́organismo. Nel caso di malattia renale o di alcune malattie del cuore, l ́organo perde queste capacità e di conseguenza l ́organismo può andare incontro a un ́eccessiva e

pericolosa ritenzione di liquidi oppure, meno frequentemente a un eccessiva perdita di acqua.

Si raccomanda ai soggetti cardiopatici, specie in scompenso cardiaco, un eccesso di apporto di acqua o bevande può essere pericoloso, si raccomanda in questi casi, l ́apporto limitato di acqua.

VINO ROSSO NELLE MALATTIE

CARDIOVASCOLARI Uno dei fattori protettivi della dieta mediterranea è attribuito al consumo moderato ai pasti di vino, in particolare quello rosso. Il vino rosso produce numerosi effetti benefici su tutte le fasi del processo aterosclerotico dalla formazione e crescita della placca, al processo di occlusione dei vasi. Il vino rosso apporta, infatti una notevole quantità di polifenoli principalmente tannini e flavonoidi (tra cui il resveratrolo) ma anche di epicatechine che sono molecole con importanti proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antiaterogene che agiscono anche alzando i livelli di colesterolo buono HDL e diminuendo la viscosità del sangue. Concludo la mia parte sulla prevenzione nelle patologie cardiovascolari citando

IPPOCRATE: “Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”.

Dott.ssa Maniscalco Margherita

Medico di Pronto Soccorso

Copyright ©2020 Dottore Formato

Informativa sulla Privacy